Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Pugno duro contro il caporalato
0

Pugno duro contro il caporalato

Sabaudia - Pontinia - Circeo

Nel 2015 in provincia riscontrate situazioni irregolari nel 68% dei casi

Il Governo e il Parlamento hanno acceso ormai da tempo i riflettori sul fenomeno del caporalato e del lavoro irregolare in agricoltura, con particolare attenzione alla Provincia di Latina e chiaramente al “triangolo verde”, che interessa Sabaudia, Terracina, Pontinia e anche San Felice Circeo.
Nei giorni scorsi il sottosegretario di Stato per il lavoro e le politiche sociali Massimo Cassano ha risposto a un’interrogazione presentata da Erica D’Adda (Pd) e altri senatori, fornendo un quadro generale di quella che è la situazione anche in provincia di Latina. Qui tra l’altro si è recata per un controllo in un’azienda la Commissione parlamentare d’inchiesta, rilevando una serie di criticità che sono state esposte in audizione nelle scorse settimane.
Il quadro che emerge dalla relazione del sottosegretario è tutt’altro che roseo, anche se ovviamente è bene ricordare che molte aziende – anche sul territorio – operano nel rispetto delle regole. Ma le situazioni di “ombra” sono purtroppo ancora molte. E i numeri parlano chiaro.
Rispetto al 2014, in Italia ci sono state 5.434 ispezioni in più, che hanno consentito di “scoprire” 6.153 lavoratori irregolari. In provincia di Latina la situazione è particolarmente critica. «Le verifiche condotte – scrive il sottosegretario con riferimento al lavoro svolto dall’Arma e dalla Questura – hanno mostrato un tasso di irregolarità del 68,5%».

L'articolo completo su Latina Oggi (11 ottobre 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400