Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Allarme truffe agli anziani:
0

Anziana derubata a casa con la solita "tecnica", è allarme in tutta la provincia

Latina

Ha commesso la leggerezza di aprire la porta a una sconosciuta e di farla entrare in casa. Ieri mattina un’anziana donna è finita nella trappola di una banda di truffatori: per sua fortuna la vittima non conservava somme ingenti in casa, ma quest’ultimo caso ha messo nuovamente in allarme le forze dell’ordine che da tempo sono impegnate in una vasta campagna di sensibilizzazione tra gli anziani, sempre più esposti alla vile azione degli specialisti dei raggiri.
Il piano dei truffatori è scattato nella tarda mattinata quando una donna, dallo spiccato accento campano e sulla trentina, è entrata in un condominio popolare di via Galvaligi e si è presentata a una pensionata di 75 anni spacciandosi per la figlia di una vicina. La malcapitata ha provato a opporsi osservando più volte di non averla mai vista prima in quel palazzo, ma la giovane ha insistito per farsi ospitare: le ha chiesto di entrare in casa sua appena il tempo che tornasse la presunta madre. In realtà era tutta una finzione, una scusa per farsi aprire la porta.
Con modi gentili la millantatrice è entrata in casa dell’anziana e senza che lei se ne accorgesse ha lasciato la porta accostata per consentire ai complici di entrare in azione, poi ha chiesto alla pensionata di farsi accompagnare in balcone. Così facendo l’ha distratta per consentire al resto della banda di entrare nelle varie stanze e rovistare in cerca di gioielli e contanti. Ma come detto in casa non c’era molto da rubare e i truffatori si sono dovuti accontentare di poche banconote. A dare l’allarme alla centrale operativa del 113 è stata la figlia della vittima che ha trovato la casa della madre sottosopra e ha capito che era stata derubata. Ma gli agenti della Squadra Volante non hanno potuto fare altro che raccogliere un identikit della sconosciuta perché i millantatori non hanno lasciato alcuna traccia.
Le forze dell’ordine sono impegnate da sempre in una campagna d’informazione degli anziani sui rischi che corrono, invitandoli a diffidare degli sconosciuti e non solo quelli che chiedono di entrare in casa con richieste di denaro e contratti da firmare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400