Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Nuovi sigilli al cantiere di via Ombrone
0

Nuovi sigilli al cantiere di via Ombrone

Latina

Sono scattati nuovamente i sigilli per il cantiere di via Ombrone della società Corisma. Dopo il dissequestro disposto dai giudici del Tribunale del Riesame per un difetto di notifica, il sostituto procuratore Giuseppe Miliano ha chiesto e ottenuto un nuovo provvedimento d’urgenza che il giudice per le indagini preliminari ha concesso in tempi rapidi. Ieri pomeriggio quindi gli agenti del Nucleo edilizia della Polizia Locale sono tornati a fermare i lavori.
Non sono mancati momenti di tensione ieri pomeriggio in via Ombrone perché l’impresa edile della famiglia Cervelloni dal canto suo è convinta di operare nel giusto. «Abbiamo comprato questo terreno perché si poteva costruire, noi siamo in regola - hanno ribadito più volte - Così facendo non veniamo danneggiati solo noi, ma anche tutte le altre ditte che lavorano a questo cantiere e i loro dipendenti, compresi gli acquirenti e l’indotto che stavano alimentando per arredare i loro appartamenti». Del resto i tecnici dell’antiabusivismo, chiamati in causa dalla Polizia Locale per gli accertamenti, hanno riscontrato che il cantiere è conforme con il progetto depositato, senza abusi. Ciò che non quadra invece è lo strumento urbanistico attraverso il quale è stato rilasciato il permesso a costruire.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (12 ottobre)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400