Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




I commercianti scendono in campo: "Proposte, non soltanto proteste"
0

I commercianti scendono in campo: "Proposte, non soltanto proteste"

Latina

Presentato il programma del Natale 2016: costerà 70mila euro per 19 giorni. "Ma l'amministrazione ancora non ci riceve"

Non c'è soltanto un sentimento di protesta (nei confronti dell'attuale Ztl) nei negozianti dell'associazione Latina Centro, gruppo che coinvolge ben 108 associati di tutto il centro storico. La categoria di settore vuole anche essere una proposta per la città, vuole diventare il cuore pulsante di una serie di eventi capaci di attirare la popolazione senza però danneggiare chi già da anni opera nel centro cittadino. Ed è con l'espediente del Natale 2016 che il gruppo Latina Centro scende in campo, senza lasciarsi abbattere da quella che è stata definita come la profonda delusione nel vedere sfumare le promesse fatte dall'allora candidato sindaco Coletta in campagna elettorale, che aveva sottoscritto con loro un accordo che prevedeva la riapertura parziale della ztl in caso di elezione per poi fare dietro front dopo aver parlato con altri negozianti che invece erano favorevoli. Il gruppo Latina Centro però non ci sta: come si fa a dire che c'è un egual numero di commercianti favorevoli e contrari se dalla raccolte firme, dalle iscrizioni all'associazione e da tanti altri dati è evidente che la stragrande maggioranza vuole la riapertura del centro? 
Ma adesso basta con le lamentele, perché l'associazione vuole scendere in campo e far vedere di che pasta è fatta. Così questa mattina la presidente dell'associazione Susanna Gloria, con il referente Fabrizio Forte, hanno presentato il loro programma per il prossimo Natale 2016, ben 19 giorni di attività strutturate nel centro storico organizzate insieme al gruppo Seventh Art di Lorenzo Moriconi e Simone Finotti. "Una collaborazione necessaria - spiega Forte - Noi siamo commercianti, non organizzatori di eventi. Ci mettiamo la faccia e le nostre professionalità, nonché i nostri negozi, ma gli eventi devono essere organizzati da esperti del settore. Non ci si può improvvisare, servono competenze". 
L'obiettivo, come spiegano i commercianti è uno: non è necessario portare in centro capannoni che alla fine non sono altro che negozi che spesso non hanno nulla di natalizio. Ben venga il mercatino dell'artigianato , ma a cosa serve un venditore di scarpe o di sciarpe (per fare alcuni esempi) quando il centro storico già vanta di negozi importanti che, oltretutto, si ritrovano ulteriore concorrenza? Insomma, bisogna portare a Latina l'atmosfera del Natale, non altri negozianti.
"Vogliamo trasformare il centro storico della nostra città in un salotto elegante e coinvolgente riconsegnandogli il ruolo che gli compete dopo anni di “abbrutimento” natalizio - proseguono gli associati - una scelta che mira a non proporre al pubblico merci che andrebbero in contrasto con le attività del centro storico le quali attendono, giustamente, il periodo festivo per vedere ripagati gli sforzi annuali".
Ora non resta che aspettare il tanto desiderato incontro con l'amministrazione (che già due volte non ha risposto alla chiamata dei commercianti) per presentare il progetto dal costo stimato di 70mila euro (per 19 giorni di eventi) che potrebbe essere cofinanziato dai negozianti fino al 40%. "Ogni anno le amministrazioni che si sono succedute hanno dichiarato che la città non aveva soldi per le festività di Natale eppure, ad esempio, lo scorso anno sono stati spesi 70.054 euro per consegnare alla città uno spettacolo da scenario postbellico - spiega Forte - La nostra associazione ha chiesto sin dal 29 agosto un incontro con l’amministrazione comunale al fine di confrontarci sulla fattibilità e sui costi del nostro progetto che comunque sarebbero inferiori a quelli degli anni passati e in parte verrebbero coperti dai commercianti della nostra associazione. Ad oggi l’incontro, anche dopo un ulteriore nostro sollecito, non è avvenuto".

IL PROGRAMMA
8 - 26 dicembre 2016
Allestimenti
Il centro pulsante del Natale sarà ovviamente Piazza del Popolo, li verrà posizionato l’Albero di Natale gigante a cui farà compagnia la Casa di Babbo Natale e la Pista del ghiaccio (scoperta). All’interno della casa i più piccoli potranno conoscere gli elfi e Babbo Natale, consegnare le loro letterine e partecipare ai laboratori creativi che verranno realizzati tutti i pomeriggi. Nel resto del Centro Storico verranno posizionati Alberi di Natale alti 3 metri illuminati a led e Pacchi regalo giganti perché l’atmosfera natalizia la si deve respirare in ogni strada o piazza. Per tutto il centro, inoltre, verranno istallate delle Luminarie artistiche. 

GLI EVENTI
Ogni giorno l’area del centro città verrà animata: è previsto il Trenino di Natale, che utilizzando il percorso della pista ciclabile,
porterà grandi e piccini a spasso per la città. Sono previste circa venti fermate ognuna delle quali sarà contrassegnata con una
tabella recante il nome a tema. Questo trenino oltre a far divertire servirà per facilitare lo spostamento di coloro che sono in giro per gli acquisti. Per tutti i 19 giorni sono previsti molteplici appuntamenti pronti a soddisfare le esigenze di tutta la cittadinanza: Cori Gospel, Spettacoli di Magia, Artisti di Strada, Spettacoli di Majorettes, Degustazioni enogastronomiche e molto altro. Inoltre verrà istallato un Palco che quotidianamente ospiterà Musica, Recite e Teatro in prevalenza a tema natalizio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400