La “querelle” relativa alla piscina scoperta in via dei Mille, sta creando problemi non indifferenti alle società di pallanuoto, Latina e Antares su tutte, impossibilitate ad accedere e, dunque, ad usufruire dell’impianto.
I problemi maggiori sono per il sodalizio presieduto da Francesco Damiani, la Latina Pallanuoto, che il prossimo 26 novembre dovrebbe (condizionale, a questo punto, d’obbligo) iniziare il campionato di A2. Giocatori e tecnici sono costretti ad emigrare in altri lidi, girovagando per tutte le piscine del Lazio, da Frosinone a Civitavecchia, passando per Roma, Anzio e Aprilia.
Il presidente dello storico club nerazzurro, Francesco Damiani, è arrivato a un punto di non ritorno: «Dopo tanti anni di sacrifici - ha tenuto a precisare - per costruire un grande settore giovanile, una squadra maschile in serie A2 ed una femminile in B, ci troviamo a gettare tutto nel secchio per la problematica relativa alla piscina scoperta, che io amo definire ‘pseudo-Comunale’, di via dei Mille».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (19 ottobre)