Nessuna costituzione di parte civile. Il Comune non ne ha proprio fatto richiesta e il giudice per l'udienza preliminare Pierpaolo Bortone, a cui sono stati chiesti 18 rinvii a giudizio al termine dell'inchiesta sul "Sistema Formia", ha negato quella chiesta da cinque rappresentanti del Movimento5Stelle. La decisione per gli indagati, ritenuti parte di un sistema criminale costruito all'ombra del municipio, è però slittata.  Dopo aver ascoltato il consigliere comunale Erasmo Picano, la dirigente Stefania Della Notte, e il consigliere Antonio Di Rocco, il giudice Bortone ha infatti rinviato l'udienza. Il 7 e il 14 dicembre verranno così discusse le posizioni di chi opterà per il rito ordinario e il gup deciderà se disporre un processo e il 9 gennaio quelle di chi sceglierà di essere processato con rito abbreviato.