Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Scuole al freddo, scattano scioperi e occupazioni
0

Scuole, al via gli accorpamenti: cosa cambia per gli istituti in provincia

Sul territorio

La Provincia di Latina mette nero su bianco, tramite apposito decreto firmato dalla presidente Eleonora Della Penna, l’approvazione della proposta del piano di dimensionamento della rete scolastica provinciale. Il programma, che avrà inizio dal prossimo anno scolastico, normalizza la rete della provincia rispetto alla riorganizzazione dell’intero sistema scolastico in funzione dell’autonomia didattica e organizzativa di licei ed istituti. Il decreto presidenziale si presenta come un atto che, dopo diverse rivisitazioni dovute a controversie da parte dei soggetti interessati, ora sembra aver messo tutti d’accordo, visti anche gli esiti della Conferenza dei Sindaci dello scorso 2 novembre e della Conferenza dei Dirigenti Scolastici delle scuole di II Grado dello scorso 9 novembre. Tutte proposte che la Provincia è riuscita comunque ad inquadrare nell’atto di indirizzo della Regione Lazio, che ha definito le linee guida per l’ente di via Costa, dei Comuni e delle scuole per la riorganizzazione della rete.
Gli accorpamenti
Per quanto riguarda gli accorpamenti, tre sono le sostanziali modifiche che avverranno nella provincia pontina e riguardano i Comuni di Latina, Ponza e Fondi. Il primo vedrà l’istituzione di un plesso di scuola primaria in via Ezio, il quale verrà contestualmente aggregato all’istituto comprensivo Alessandro Volta che sarà riorganizzato in questo modo: 81 alunni in via Ezio, 30 in via Milazzo, 60 in via Pantanaccio, 38 in via Gran Sasso D’Italia e 608 in via Botticelli, per un totale di 817 alunni.
A Fondi, invece, i cambiamenti riguardano il Liceo Classico Gobetti e l’Istituto De Libero, entrambi sottodimensionat e che verranno unificati in un unico Istituto Superiore composto dai 544 alunni del Gobetti e dai 448 del De Libero (46 dei quali iscritti al corso serale), per un totale di 992 alunni.
A Ponza, parallelamente alla richiesta dell’autonomia dell’Istituto Omnicomprensivo Pisacane, verrà istituito un plesso di scuola Primaria in zona Santa Maria. Inoltre verrà attivato un corso di Codice Meccanografico che sarà aggregato all’Istituto Comprensivo Pisacane.
I nuovi indirizzi
Oltre agli accorpamenti, il piano prevede anche la nascita di nuovi indirizzi scolastici.
Le novità riguardano: l’Istituto Omnicomprensivo di Castelforte, dove verranno attivati i corsi serali di “Amministrazione Finanza e Marketing” e quello di Turismo; l’Itis Pacinotti di Fondi, dove verrà attivato un indirizzo di Chimica, Materiali e Biotecnologie.
Le nuove articolazioni
Infine il piano presenta anche nuove articolazioni di corsi già esistenti. Al G. Cesare di Sabaudia verrà attivato il corso di Articolazione Informatica, al Pacinotti di Fondi un corso di Biotecnologie Ambientali e a Cisterna, al Campus dei Licei, arriva il corso di Energia (Meccanica, Meccatronica ed Energia).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400