Il tribunale del Riesame ha rimesso in libertà i sette indagati che avevano impugnato l'ordinanza di custodia cautelare che li aveva trascinati in carcere lunedì 14 novembre 2016 con l'accusa di essere partecipi a vario titolo di tre distinte associazioni per delinquere. Il dispositivo del provvedimento è stato depositato pochi minuti fa e non è ancora possibile sapere se l'ordinanza del Gip Mara Mattioli sia stata annullata per carenza di gravi indizi oppure perché siano state riconosciute insussistenti le esigenze cautelari. Il ricorso è stato presentato dall'ex sindaco Giovanni Di Giorgi, dall'ex assessore Giuseppe Di Rubbo, dall'ex consigliere Vincenzo Malvaso, dal dirigente Ventura Monti, dall'architetto Luca Baldini e gli imprenditori Massimo Riccardo e Andrea Capozzi.