Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Incredibile ultim'ora: Paola Cavicchi lascia il Latina
0

I dubbi di Bankitalia su Maietta, ecco le operazioni sotto la lente

Latina

Malavita, politica, imprenditoria e sport. Su tale intreccio, ritenuto perverso, hanno lavorato i carabinieri impegnati nell’inchiesta «Olimpia» e i finanzieri alle prese con l’indagine «Starter». Ma non solo. Proprio da quest’ultima inchiesta, che due settimane fa ha portato i pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro a disporre un sequestro di circa due milioni di euro, emerge infatti che la stessa ipotesi è stata anche fatta dall’Unità informazione finanziaria della Banca d’Italia, concentratasi su due operazioni considerate sospette. I detective di Palazzo Koch hanno infatti concluso la loro analisi sostenendo che le stranezze riscontrate nei flussi di denaro provenienti e diretti al club nerazzurro vanno inquadrate «nel contesto che sembra emergere da fonti aperte in base al quale il Maietta avrebbe ricoperto in passato e tuttora un ruolo politico di primo piano e sarebbe indagato dalla Procura della Repubblica di Latina fra l’altro per legami con il clan di origine sinti Di Silvio, colpito da diversi arresti». Dunque un intreccio di criminalità, calcio e politica, con al centro il commercialista, presidente del Latina Calcio e deputato Pasquale Maietta.
Le operazioni sospette che hanno fatto scattare i controlli di Bankitalia, nello specifico, sono due. La prima riguarda un bonifico da 638mila euro disposto il 15 febbraio 2015 dalla Edil Services coop, cooperativa edile, a favore dell’Us Latina Calcio, per l’acquisto di partecipazioni nel capitale sociale del club nerazzurro. 

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (2 Dicembre)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400