E' il Comune di Latina a pagare l'energia elettrica delle parrocchie del territorio e non, come sarebbe ovvio, la Curia. Il Comune di Latina continua a pagare circa 250 mila euro l’anno per le bollette relative ai consumi di energia elettrica sostenuti da chiese e parrocchie. Trentotto luoghi di culto, secondo il censimento più aggiornato, che obbligano il Comune ad una spesa superiore a quella sostenuta per garantire l’elettricità a tutti gli uffici pubblici (203.000 euro); il doppio di quello che si spende per tutti gli uffici giudiziari (115.000 euro); la metà di quanto si spende per i consumi di energia elettrica in tutte le scuole comunali.