Il sospetto di doping torna a scuotere l’ambiente azzurro dell’atletica leggera. Già, proprio così, perché da ieri sono in corso i deferimenti di ben 26 atleti, tra i quali il triplista pontino Fabrizio Donato e l’astista siciliano ma formiano d’adozione Giuseppe Gibilisco, con richiesta, da parte della Procura Antidoping della Nado-Italia, di due anni di squalifica. La motivazione? «Elusione, rifiuto e omissione di sottoporsi ai prelievi dei campioni biologici».