Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Sfregio al senatore Moscardelli
0

Fondi del Gruppo regionale Pd, anche Moscardelli rischia il processo

Latina

L’intero gruppo del Pd della passata consiliatura regionale rischia di finire sotto processo per le "spese pazze" su cui indaga la Procura di Roma. Tra loro anche l'attuale senatore pontino del Partito democratico Claudio Moscardelli. L’accusa che muove la procura di Roma agli indagati è quella di abuso d’ufficio per aver usato i fondi del gruppo per l’assunzione del personale. 


L’inchiesta condotta dai magistrati capitolini è praticamente completa: agli indagati sta venendo recapitato l’avviso di chiusura delle indagini preliminari. Ora avranno venti giorni per produrre delle memorie difensive o farsi interrogare. E i consiglieri promettono battaglia essendo convinti di aver operato nella legalità, nel pieno rispetto della normativa regionale che consente l’impiego di personale a titolo fiduciario. A spingere la procura a indagare sulle spese pazze nella Regione Lazio è stato  il polverone creato dallo scandalo Fiorito. 

Gli indagati avrebbero sfruttato i fondi a loro disposizione per acquistare una serie di servizi che non sarebbero "mai stati effettuati" dalle società coinvolte, o comunque "non riscontrati". Rischiano il processo gli attuali senatori Giancarlo Lucherini, Bruno Astorre, Claudio Moscardelli, Francesco Scalia e Daniela Valentini, il deputato Marco Di Stefano ed Enzo Foschi, già capo segreteria dell'ex sindaco di Roma Ignazio Marino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400