Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Conferenza stampa Don't Touch
0

Il Tribunale del Riesame sugli investigatori arrestati: "Simbolo del malcostume imperante"

Latina

Secondo i giudici del Tribunale del Riesame «Hanno fatto parte della consorteria criminale i due investigatori finiti in carcere nell’ambito dell’operazione Don’t Touch». I giudici descrivono così la condotta di Carlo Ninnolino della Questura e del carabiniere Fabio Di Lorenzo, arrestati perchè secondo l’accusa fornivano ad alcuni indagati delle notizie riservate sullo stato delle indagini. Nel caso del poliziotto i magistrati sottolineano che «Ha assunto un ruolo specifico e nient’affatto marginale, dinamico e rilevante per le strategie criminose dell’associazione». I giudici romani nelle motivazioni sono molto duri. «E’ l’emblema del malcostume imperante nella pubblica amministrazione».

L'articolo completo in edicola su LATINA OGGI del 20 dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400