Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Bus Cotral insufficienti per gli studenti L'assessore Belli scrive alla società

Studenti che salgono su un autobus Cotral

0

Bus Cotral, servizio pubblico "sospeso" nei festivi

Latina

Il trasporto pubblico la domenica e i festivi, è sospeso. Almeno nella provincia pontina. Dall’inizio del 2016, infatti, il gestore del trasporto su gomma nel Lazio, la società Cotral, ha deciso di sopprimere quasi tutti i collegamenti tra la provincia pontina e Roma e molti di quelli tra i piccoli centri di montagna e le città della pianura pontina. In teoria si tratterebbe di una «razionalizzazione per rendere migliore il servizio», secondo quanto afferma la società. Nella realtà la provincia di Latina è stata tagliata fuori dai collegamenti su gomma con la capitale. I primi ad accorgersene, chiaramente, sono stati i pendolari che la domenica e i festivi, per muoversi o andare a lavoro, devono prendere l’auto o il treno.
Cotral è una spa controllata al 100% dalla Regione Lazio e ad oggi è il maggior gestore di trasporto extraurbano su gomma dell’intero Paese. La comunicazione dei nuovi orari è arrivata il 17 dicembre dello scorso anno. La nota recitava quanto segue: «Dal 7 gennaio cambiano gli orari dei bus Cotral in tutti i comuni del Lazio. Si tratta di una programmazione totalmente rivoluzionata rispetto al passato con modifiche radicali nella frequenza delle corse. E' previsto un rafforzamento del servizio di trasporto extraurbano nei giorni feriali (dal lunedì al venerdì) e una razionalizzazione nei festivi. L'obiettivo è garantire le corse nelle fasce orarie di punta, ponendo la massima attenzione alle esigenze degli utenti che quotidianamente fruiscono dei mezzi per spostamenti essenziali: scuola e lavoro. La rimodulazione del servizio tiene conto anche delle peculiarità dei territori, a favore di quelli che non dispongono di alternative al trasporto su gomma». Tradotto, dallo scorso 7 gennaio in pratica la domenica moltissime corse sono state soppresse. Non diminuite, proprio cancellate. Da Aprilia, ad esempio, non ci sono collegamenti con Roma e chi usava il bus per andare a lavoro deve ripiegare su treno o automobile. Tra l’altro quella linea, ossia la Latina-Roma, è tra le più bersagliate da disagi e ritardi. Qualche settimana fa un pullman Cotral ha addirittura preso fuoco sulla Pontina e fortunatamente i 50 passeggeri a bordo non hanno avuto conseguenze. Ma dopo i ritardi e gli imprevisti, la soppressione è proprio la beffa finale per questi pendolari. Ma succede anche che Lenola non ha più un collegamento con Fondi, dove la domenica è stata cancellata la corsa tra i due centri. E si potrebbe andare avanti all’infinito, elencando tutti i casi registrati dal 7 gennaio a oggi. Molti sindaci pontini hanno già preso carta e penna inviando lettere di fuoco a Cotral, promettendo proteste plateali.
Cotral, dopo le prime polemiche, ha provato a mettere una pezza. «Con i nuovi orari, in attesa dell'arrivo dei nuovi bus in primavera, Cotral intende ottimizzare le proprie risorse in favore di pendolari e studenti. Questo ha automaticamente comportato la riorganizzazione dei turni degli autisti. L'amministratore delegato e tutti i dirigenti e i funzionari dell'esercizio e della manutenzione, vista la complessità dell’avvio del servizio hanno già provveduto a convocare nuovamente le organizzazioni sindacali per la verifica delle criticità a valle dei primi giorni di applicazione del nuovo orario. Il confronto è aperto anche con i comitati di pendolari e tutte le amministrazioni locali per verificare eventuali criticità». Ma intanto, nei festivi, tutti a piedi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400