Una staffetta di solidarietà. Per avviare improcrastinabili lavori di manutenzione e messa in sicurezza, martedì 2 maggio chiuderà per due mesi la sede di Formia della Caritas diocesana. Il centro, posto nel cuore di Castellone, riaprirà i battenti il 2 luglio. Il servizio mensa, nel frattempo, proseguirà grazie all'intervento del Comune. L'Amministrazione ha infatti messo a disposizione il centro di cottura comunale sito in via Olivastro Spaventola. D'intesa con Dussmann Service, società appaltatrice del servizio mense scolastiche, dal 2 maggio e per i successivi due mesi, gli utenti del centro diocesano potranno continuare ad usufruire di pasti caldi, erogati (solo per il pranzo) all'interno della struttura comunale.  I lavori di manutenzione straordinaria che coinvolgeranno la sede di via Capo Castello sono destinati a garantire un sensibile miglioramento dei servizi. Dalla messa in sicurezza delle cucine al rifacimento degli impianti elettrici, passando per una serie di altri piccoli accorgimenti pensati per rendere la struttura più moderna e al passo con le esigenze di un'utenza sempre più numerosa e variegata. L'avvio dei lavori coinciderà, inoltre, con un cambio di prospettiva. Il centro diocesano, diretto da don Alfredo Micalusi, nei prossimi giorni interromperà infatti il suo impegno sul fronte dell'accoglienza alle persone richiedenti asilo politico. Conclusi gli interventi di manutenzione, si tornerà alla missione originaria: l'accoglienza delle persone in stato di bisogno (donne comprese) con la definizione di servizi calibrati sulle criticità del territorio.  "Il servizio mensa della Caritas – spiega il Sindaco Sandro Bartolomeo - dà da mangiare ad una media di 25-30 utenti ogni giorno. Parliamo di clochard, stranieri, persone che hanno perso il lavoro e non arrivano a fine mese. Interrompere l'erogazione dei pasti, anche solo per due mesi, significherebbe produrre conseguenze disastrose sulla vita di queste persone. Ringrazio la società Dussmann per la sensibilità dimostrata accettando di erogare pasti per due mesi a titolo totalmente gratuito. La mensa di Formia serve anche il centro Caritas di Gaeta. So che i sacerdoti si stanno organizzando per trovare forme di collaborazione con le autorità amministrative locali e con tutte le realtà del territorio impegnate nel sociale. E' una causa che deve vederci uniti tutti. Di certo – conclude Bartolomeo - Formia non farà mancare il suo contributo".