Non può ancora tirare un bel sospiro di sollievo il sindaco Sandro Bartolomeo. I voti di Forza Italia sul bilancio di previsione hanno sì permesso di poter continuare il mandato in nome di punti programmatici fondamentali per la città (Prg, Pedemontana e Ospedale del Golfo), ma hanno anche aperto altri scenari politici, oltre che a creare delle ulteriori frizioni all'interno della sua maggioranza. Prossima tappa, il rimpasto in giunta come lo stesso primo cittadino aveva annunciato. Una ridefinizione che potrebbe creare qualche altra tensione.
Perchè se la giunta deve essere nominata dal sindaco, è anche vero che dovrebbe rappresentare i vari gruppi consiliari. Fuori ormai Sel, restano i consiglieri del partito democratico ed ufficialmente un solo consigliere della lista civica Ripartiamo insieme, ovvero Mauro Delle Donne, visto che Mattia Zannella aveva dichiarato di uscire dalla maggioranza. Il sindaco riconfermerà Eleonora Zangrillo, che aveva la delega ai Lavori pubblici, oltre che l'incarico da vicesindaco, espressione della lista civica che ha aperto la crisi amministrativa? Le indiscrezioni di palazzo parlano di un veto posto su questo nome dallo stesso gruppo del Partito democratico