«Una squadra al servizio del paese, operativa e che si metterà subito al lavoro». Il candidato sindaco di "Circeo Futura" Giuseppe Schiboni ha presentato così la propria squadra nel corso dell'incontro che si è tenuto ieri sera al Circeo Park Hotel. A illustrare le modalità con cui è stato formulato il progetto è stato Angelo Guattari. Il documento - ha spiegato - è nato dal confronto costante e costruttivo con i cittadini e i rappresentanti dei settori strategici del paese.
«Si ripartirà proprio dalla gente – ha detto Schiboni. Il Comune, ma soprattutto i consiglieri, avrà il dovere di essere al servizio dei cittadini sanfeliciani e degli imprenditori che vorranno investire sul territorio: per fare questo è necessario riorganizzare la struttura comunale attraverso corsi di qualificazione del personale».
Il programma d'intervento del candidato sindaco si divide in due fasi. Una che guarda all'immediato e una che invece contiene progetti a medio e lungo termine. «Nell'immediato si procederà a mettere in sicurezza le strade, ad implementare la sicurezza pubblica del territorio (con l'ausilio di telecamere e un servizio esterno di vigilanza), e a potenziare la sicurezza sociale ricostruendo i servizi a favore delle famiglie e delle persone svantaggiate che sono stati cancellati». «In particolare – ha detto - faremo nostro lo strumento dei piani integrati per favorire turismo e agricolture, valorizzeremo il patrimonio archeologico per ricostruire il percorso neandertaliano, svilupperemo reti di piste ciclabili e pedonali e riprenderemo l'iter delle varianti per il recupero dei nuclei abusivi e la variante alberghiera per dotare il comune delle infrastrutture che mancano».
In campo anche sei persone esterne rispetto alla lista ma pronte a supportare il progetto di Schiboni. Si tratta di Eugenio Di Cosimo, Valentina Cerasoli, Angelo Guattari, Lorenzo Calisi, Franco Farinella ed Elisabetta Napolitano.