Ancora un richiamo da parte del Prefetto al Comune di Nettuno. Dopo la lettera inviata ad aprile per la mancata approvazione del bilancio preventivo in Consiglio comunale, poi avvenuta il 26 del mese, una nuova missiva è stata inoltrata all'ente nettunese. In questa occasione viene sollecitata l'approvazione del rendiconto di gestione, che sarebbe dovuta avvenire entro il 30 aprile.
"La Prefettura - si legge nella lettera recapitata a tutti i consiglieri comunali - assegna ai componenti del Consiglio comunale di Nettuno il termine di 20 giorni per l'approvazione del rendiconto di gestione 2016 e avverte che, decorso infruttuosamente tale termine, si procederà allo scioglimento dell'assise".
Tranquillo il sindaco Angelo Casto, che non ha dubbi sul rispetto dei tempi dettati e spiega anche come, cosa analoga anche dell'ultimo richiamo, questo ritardo sia un fattore che accomuna diverse città del territorio, e non solo quella di Nettuno. «Questa situazione - spiega - la condividiamo con altri 94 Comuni della Provincia di Roma. Il documento è pronto, ma le procedure di approvazione purtroppo lunghe. Siamo in attesa del parere dei Revisori dei conti e convocheremo il Consiglio nei termini di legge previsti».
Una spiegazione che ricalca per sommi capi quella data per il ritardo nell'approvazione del Preventivo in Consiglio comunale.