«Cento idee per il domani». Ha le idee chiare il candidato sindaco di San Felice Circeo Eugenio Saputo, alla guida della lista civica "Verso il domani". Ieri la presentazione ufficiale della compagine in una sala gremita dell'hotel "Maga Circe". Non sono mancati gli affondi nei confronti di altri concorrenti, specie su tematiche da sempre particolarmente spinose come la questione del porto. Il progetto della civica di Saputo si inserisce nel solco di un percorso già iniziato dall'attuale amministrazione, che nel 2014 ha deliberato la manifestazione di «interesse pubblico diretto, prevalente, strategico e propulsivo nelle attività di completamento del porto». L'obiettivo è «un utilizzo moderno e polifunzionale della struttura - ha detto il candidato -, necessario allo sviluppo locale del polo nautico e un ritorno economico da una struttura realizzata interamente con fondi pubblici e che non ha mai portato un centesimo nelle casse comunali a dispetto dei notevoli introiti che la stessa produce». Questo garantendo - è stato ribadito più volte - l'occupazione di chi da anni lavora in quel contesto. Ma - ha poi sottolineato Eugenio Saputo presentando i candidati della propria squadra - la sua lista, come dice il nome, vuole guardare al «al domani». E vuole farlo affrontando una serie di priorità. Aiuto ai meno abbienti, lavori pubblici, urbanistica, spiagge, ambiente, agricoltura, commercio, turismo e cultura sono soltanto alcune. Ha concluso con un appello alla cittadinanza chiedendo la fiducia al fine di riprendere il lavoro che era stato messo in cantiere dall'amministrazione uscente. Programma realizzato solo in parte - ha detto - a causa del dissesto.