«Continuare a cementificare Lariano costruendo contenitori vuoti non serve». Si è aperto così, in piazza Luigi Brass, a Lariano, uno degli ultimi comizi elettorali di Gianluca Casagrande Raffi, candidato sindaco per il movimento civico "Insieme per Cambiare Lariano". «Pensate al Polifunzionale - ha dichiarato l'aspirante primo cittadino, rivolgendosi alle persone presenti - Una struttura mai utilizzata dalla cittadinanza che noi vogliamo affidare a una start up di giovani. O pensate all'Anfiteatro, utilizzato troppo sporadicamente e solamente da privati o associazioni. Se torneranno a vivere il Polifunzionale e l'Anfiteatro, tornerà a vivere il centro città; se tornerà a vivere il mercato ritornerà a vivere la piazza, e così tutta Lariano. Avremo un paese più bello e sorridente».
Il candidato sindaco, però, è andato anche oltre: «Innanzitutto vogliamo gare a evidenza pubblica, perché crediamo nella libera concorrenza - ha aggiunto - Per quanto riguarda la mensa, dal momento che molte famiglie sono in difficoltà economica ma hanno necessità di questo servizio, noi intendiamo dare possibilità di scelta, sia del pasto normale che del piatto unico, che è documentato sia ugualmente completo e nutriente, e anche l'opzione del panino da casa. Non possiamo accettare che per un ammanco di pochi centesimi sulla tessera, il bambino venga lasciato senza pasto».
Non è tutto: «C'è la possibilità, per i cittadini, di pagare il debito che hanno con il Comune svolgendo lavori socialmente utili, attraverso il baratto amministrativo. Tale opportunità non è mai stata data ai cittadini di Lariano perché questa amministrazione non ha nessuna sensibilità - ha concluso - verso chi è in difficoltà».