"La gestione comunale della Torre Truglia è una battaglia vinta dalla minoranza. A distanza di pochi mesi dallo svolgimento del Consiglio in cui la maggioranza si rifiutò di confrontarsi sulle nostre proposte, bocciandole con motivazioni risibili, sono i fatti a darci ragione. Torre Truglia è un bene che appartiene alla nostra comunità, non è concepibile l'idea che debba diventare un locale o una fonte di reddito per i privati, a svantaggio della collettività. Ora è il momento di fare un passo ulteriore e regolamentare la gestione comunale della Torre garantendo trasparenza nella gestione, orari certi di regolare e valorizzando la struttura con eventi culturali". Lo affermano In una nota i consiglieri del gruppo Sperlonga Cambia che richiamano il duro scontro con la maggioranza sulla gestione privata della torre, ceduta in locazione alla cifra irrisoria di 1000 euro l'anno alla società che gestisce il porto di Sperlonga e poi utilizzata per cene ed eventi privati non accessibili a turisti e cittadini. Il regolamento approvato per le celebrazioni dei matrimoni civili assegnava al gestore privato la somma di 500 euro richiesta per lo svolgimento del rito all'interno della struttura. La minoranza si era opposta chiedendo che quella cifra fosse riconosciuta al Comune invece che al privato e proponendo l'approvazione di tariffe agevolate in favore dei cittadini di Sperlonga. Entrambe le proposte furono respinte. Con la scadenza del contratto di gestione e il suo mancato rinnovo, di fatto, Torre Truglia è tornata a essere gestita direttamente dall'amministrazione comunale.

"Sito culturale, simbolo della nostra comunità e fondamentale volano per lo sviluppo turistico di Sperlonga, la valorizzazione della struttura - si legge in una nota dell'opposizione - è stato uno dei punti fermi del programma elettorale dell'attuale opposizione e visto il successo che sta riscuotendo il sito come sede per la celebrazione di matrimoni, ben 3 nelle ultime due settimane, è necessario approvare in tempi rapidi un regolamento per la gestione comunale della Torre Truglia e scegliere una finalità specifica cui destinare le risorse che vengono incassate".

"Un luogo pieno di fascino e bellezza – conclude Marco Toscano, capogruppo di Sperlonga Cambia – che va tutelato per la sua importanza storica e valorizzato per potenziare l'offerta turistica del nostro paese. Matrimoni, eventi culturali, mostre, esposizioni, concerti devono diventare la normalità e non casi eccezionali. La Torre Truglia deve essere uno spazio aperto e vivo di cui devono beneficiare i turisti e tutti i cittadini di Sperlonga".