Il sindaco di Terracina Nicola Procaccini annuncia l'adesione della Città alla campagna in favore delle cure per il bambino inglese Charlie Gard affetto dalla sindrome da deplezione del Dna mitocondriale, la gravissima e rarissima patologia genetica che porta alla riduzione della quantità di Dna contenuta nei mitocondri. "Stupisce che una Corte che si definisce dei Diritti dell'Uomo –afferma il sindaco - non tuteli il diritto di chi è più debole e non può difendersi da solo per sperare nella vita. Stupisce anche l'ostinazione con cui le autorità britanniche impediscono, o comunque pongono condizioni così irragionevoli, ad una madre e un padre di coltivare una seppur infinitesimale speranza per il proprio piccolo. Concedergli due soli giorni per dimostrare l'attendibilità della cura sperimentale aggiunge una ulteriore dose di cinismo umano alla crudeltà della rarissima patologia di cui è affetto Charlie Gard. Nessuno si fa illusioni proprio per la gravità della malattia, ma questo bimbo ha il diritto ad avere una speranza. Ho trovato generosa e coraggiosa l'offerta di accoglienza dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma e questa disponibilità da parte di medici e scienziati a volerci comunque provare ha restituito dignità e umanità a tutta la vicenda, facendo onore alla nostra Nazione. La Città di Terracina –conclude Procaccini - é con Charlie perché la difesa dei deboli, la solidarietà umana, la speranza e la tutela del bene supremo della vita sono valori su cui fonda il proprio essere comunità. Aderendo all'appello di numerosi sindaci italiani e di diverse organizzazioni in favore della vita, illumineremo il Tempio di Giove Anxur con le luci blu, a sostegno della battaglia della famiglia Gard".