L'amministrazione provinciale è orientata a lasciare invariata l'attuale suddivisione degli istituti scolastici del territorio, compresi quelli del capoluogo pontino e dunque a respingere le proposte di dimensionamento presentate dalle amministrazioni di Latina e Terracina. Ieri in commissione scuola l'indirizzo è sembrato essere questo. Se oggi il Consiglio provinciale lo confermasse, sarebbe di fatto una bocciatura per la delibera di dimensionamento scolastico votata nei giorni scorsi dalla giunta del Comune di Latina. Uno scontro tra istituzioni che in passato era avvenuto raramente.
Alle 12 di oggi è convocata la seduta del Consiglio provinciale, che sarà probabilmente la più attesa e delicata di questi ultimi quattro anni. All'ordine del giorno c'è appunto la delibera di dimensionamento scolastico che la Provincia deve inviare alla Regione Lazio. Le amministrazioni comunali ad aver proposto modifiche sono Latina e Terracina. Il dibattito sarà interessante perché nell'assise di via Costa siedono diversi consiglieri comunali delle due città.

I dettagli ORA in edicola con Latina Oggi