La revoca dell'incarico all'avvocato Vincenzo Puca, decisa dalla Giunta del sindaco Giuseppe Schiboni, non è andata giù ai consiglieri di minoranza del gruppo "Verso il Domani". In una nota dai toni piuttosto duri e critici, Eugenio Saputo, Egidio Calisi e Luciano Magnanti puntano il dito contro la maggioranza alla guida di San Felice Circeo. La motivazione per cui è arrivata la revoca, stando agli atti, è che l'avvocato Puca ha fatto pervenire a ottobre la relazione sulle cause in itinere richiesta dal sindaco qualche mese prima. Una vicenda che - così in delibera - ha fatto venir meno il rapporto fiduciario. «Poco importa che il professionista in questione sia uno dei più esperti che si possano reperire in campo amministrativo. E poco importa - dice la minoranza - che in cinque anni abbia difeso con successo la quasi totalità delle cause in cui ha rappresentato l'Ente». Se ne citano alcune: la revoca di una concessione demaniale per 17mila metri quadrati rilasciata dall'amministrazione Cerasoli per un'area a Golfo Sereno destinata alla realizzazione di una darsena, la vicenda di una delle concessioni demaniali per il porto passata ormai in giudicato con sentenza del Consiglio di Stato. «Ecco che i responsabili politici del momento - concludono - hanno ritenuto "opportuno" allontanare un professionista serio ma scomodo».