Non ha neppure atteso di portare a termine la programmazione natalizia -come aveva annunciato ieri sera in consiglio comunale. Il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo ha rassegnato ieri sera tardi le sue dimissioni. Un gesto che aveva già fatto alcuni mesi fa quando la sua maggioranza era rimasta senza i numeri per la fuoriuscita di diversi consiglieri della lista civica "ripartiamo insieme". Il salvataggio allora è stato dato da Forza Italia con il quale aveva raggiunto un accordo programmatico. Ieri sera a Formia si è registrata una delle più brutte pagine della storia politica della città, dove il sindaco pur sapendo di non avere più i numeri (solo 12 contro i 13 della minoranza) ha tentato di far approvare diverse variazioni di bilancio. Tra queste quella sui 200 mila euro per la programmazione natalizia. Ed aveva anche annunciato di voler fare questo ultimo atto e poi andare via. Ma nulla. La bocciatura delle delibere, evidentemente, e' stato il segnale che ormai l'amministrazione era finita. Finito il consiglio, è sceso nella sua stanza ed ha scritto la lettera di dimissioni consegnando la stessa alla segretaria generale del Comune. Ora il sindaco avrà venti giorni di tempo per riflettere e ripensarci. Farà il passo indietro anche questa volta? Un po difficile, la città si prepara alle elezioni ed è molto probabile che arrivi un commissario prefettizio per questi sei mesi.