Una sala, un centro diurno e un'area verde intitolate a Rita Calicchia, Salvatore Minenna meglio conosciuto in città come "Salvatore Il Bruscolinaro" e Norma Cossetto. Sono queste le nuove intitolazioni approvate all'unanimità stamattina in commissione Toponomastica e annunciate direttamente dal sindaco Coletta che ha voluto essere presente nella seduta presieduta da Celina Mattei. Alla Calicchia, responsabile della comunicazione in Comune per più di venti anni, sarà intitolata la sala della protezione civile dove si svolgono le commissioni, a Salvatore detto anche il ‘sindaco' e uno dei personaggi più amati della città sarà intitolato il centro diurno di via Mugilla e alla studentessa istriana violentata, uccisa e gettata nelle foibe Norma Cossetto un'area verde in Q4 tra via Banchieri e via Cimarosa. Su Salvatore Minenna il sindaco ha detto: "È' un Esempio spontaneo di come la città ha saputo integrare una persona disabile. Si è guadagnato il rispetto della comunità". Concordi maggioranza ed opposizione sulle intitolazioni: "Rita Calicchia ha seguito per trenta anni questo Comune - ha spiegato Calandrini- aveva una visione istituzionale ma anche politica. Ha dato tanto alla nostra città, tutti i sindaci l'hanno voluta al suo fianco dal 1985". Il Comune vorrebbe procedere alle intitolazioni nel corso delle celebrazioni per gli 85 anni della città.