Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




aula scolastica
0

La burocrazia "frena" la Buona Scuola

Pontinia

Buona parte delle scuole del Comune di Pontinia non ha il certificato di agibilità e in larga misura il problema deriva dal fatto che l'ente locale non ha la disponibilità economica per dare il via ai lavori necessari per ottenere le certificazioni. Ciò non significa che i vari plessi siano pericolanti, è bene precisarlo, ma che avrebbero bisogno di adeguamenti e migliorie che tra l'altro sono state inserite spesso in progetti esecutivi oggetto di finanziamenti che però non sono ancora stati materialmente incassati dall'ente locale.
Già negli ultimi mesi del 2015 il responsabile del settore Lavori pubblici del Comune di Pontinia aveva scritto a un dirigente scolastico e alla giunta municipale per chiedere degli stanziamenti in bilancio che consentissero di attuare una serie di lavori. Come confermato dal sindaco Eligio Tombolillo, però, ciò non è stato possibile nell'esercizio finanziario del 2015 a causa dell'assenza di liquidità. Un problema che, come accennato, è stato determinato anche dalle lungaggini burocratiche per le quali i finanziamenti formalmente ottenuti dal Comune ancora non sono stati incamerati. E in assenza di liquidità, ovviamente, i lavori non possono iniziare. Per quanto riguarda le problematiche, non si tratta di criticità strutturali, ma di una serie di «anomalie» riscontrate già dal responsabile del servizio di prevenzione e protezione nell'ottobre dello scorso anno. Per certificare l'agibilità dei plessi è necessario che tutto sia a posto: impianto anti-incendio, quadro elettrico e così via. Tra i problemi da risolvere, ad esempio, il fatto che in una delle scuole la conduttura dell’anti-incendio è alimentata dalla linea idrica comunale, che però non ha sufficiente pressione. Per questo motivo il Comune di Pontinia, per garantire la sicurezza, ha dotato il plesso di vari estintori in attesa della realizzazione dei lavori.
Per eseguire gli interventi su una decina di scuole, il responsabile del settore Lavori pubblici di Pontinia aveva chiesto l’accantonamento in bilancio di 200mila euro. «Gli interventi - ha spiegato il sindaco Eligio Tombolillo - sono in programma. Abbiamo ottenuto diversi finanziamenti, ma ad oggi ancora non sono state incamerate le somme necessarie e in base alle nuove norme se non ci sono i soldi in cassa non è possibile iniziare i lavori. In qualche caso, però, - ha concluso - gli interventi sono partiti o sono stati già conclusi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400