Un raid vandalico che è un vero e proprio sfregio alla città di Pontinia, con un investimento fatto anni fa che è stato buttato alle ortiche da persone che per il momento ancora non sono state identificate. Si tratta di chi nel tardo pomeriggio di giovedì si è recato in via Leonardo da Vinci e, forse armato di sega, ha iniziato a segare le piante di canfora che negli anni passati il Comune di Pontinia aveva provveduto a installare in zona nell’ambito dei lavori di riqualificazione dell’area, che hanno riguardato anche il rifacimento dei marciapiedi. Sono almeno quattro gli alberi mozzati e a quanto pare nessuno fino a ieri mattina si è accorto di nulla. «Anche da cittadino - ha spiegato l’assessore Pedretti, che all’epoca con delega ai Lavori Pubblici aveva curato il progetto - mi piange il cuore nel vedere questo scempio. Sono sconcertato». L’amministrazione comunale, intanto, nella giornata di ieri ha sporto denuncia verso ignoti e l’episodio è stato quindi segnalato agli agenti della polizia locale, comandata dal tenente Giovanna Boschetto, e alla stazione dei carabinieri di Pontinia, sotto il comando del luogotenente Duilio De Pascalis e coordinata dalla Compagnia di Latina del maggiore Simone Puglisi. Secondo quanto emerso fino ad ora nessuno avrebbe visto nulla, anche perché magari potrebbe aver scambiato i vandali per degli operai al lavoro per la manutenzione degli alberi. Così però non era, visto che oggi di quelle piante di canfora non resta che parte del tronco.