Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Arrestato il tassiste delle lucciole
0

Troppe lucciole in strada, chiesta un'ordinanza anti prostituzione

Pontinia

I residenti si lamentano da tempo, la situazione è stata sollevata più volte e ora il caso delle strade a luci rosse a Pontinia finisce sul tavolo del sindaco Carlo Medici. A parlare nuovamente della prostituzione sulle strade della periferia sono i consiglieri comunali del gruppo “Il girasole per Pontinia” Paolo Torelli e Daniela Lauretti. Chiedono un’ordinanza anti prostituzione per tentare di risolvere una situazione che si trascina ormai da troppo tempo senza essere definita una volta per tutte.  Basta passare sull’Appia, lungo alcune Migliare e nella zona industriale di Mazzocchio per rendersi conto di quanto succede, affermano i consiglieri. I residenti si lamentano e si vengono a creare problemi di sicurezza stradale, oltre che di decoro urbano. Complici strade poco illuminate e clienti che evidentemente non mancano mai, l’attività di prostituzione non conosce crisi. Torelli e Lauretti chiedono al primo cittadino di prendere di petto la situazione. Gli strumenti per farlo ci sono, ad esempio un’ordinanza che possa limitare il fenomeno sanzionando chi si ferma. «È vergognoso - continuano gli esponenti del “Girasole” che giovani ragazze debbano mettere in vendita il proprio corpo». I consiglieri si dicono anche consapevoli del fatto che la prostituzione non è reato e che un’ordinanza sarebbe comunque un’arma spuntata per sconfiggere il fenomeno. Ma, detto questo, «crediamo che non intervenire, anche con i pochi strumenti che un sindaco e un’amministrazione comunale hanno a disposizione, sia favorire e certo non contribuire a debellare questo fenomeno». Da qui la richiesta di un’ordinanza ad hoc presentata al primo cittadino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400