Rendere contemporaneo e funzionale il patrimonio di fondazione senza però snaturarlo. E' questo l'obiettivo del progetto avviato dal Comune di Pontinia e dal Museo dell'Agro Pontino per l'edificio della Torre Idrica, ultimamente al centro di varie polemiche a causa ddei raid vandalici e quindi per il problema della vigilanza e della manutenzione. Elemento cruciale è l'ottenimento dei finanziamenti da parte della Regione Lazio, dato che diifficilmente l'ente locale potrebbe reperire fondi sufficienti per i lavori. Come modello per stilare il progetto sono state prese le città europee caratterizzate da un notevole fermento culturale giovanile. Così si è pensato di creare una "cultural living room", per rendere la Torre Idrica al centro del "fermento culturale in crescita" a Pontinia. 

Il servizio completo su Latina Oggi (13 settembre)