Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Autovelox sulla superstrada: in arrivo nuove apparecchiature

Foto di archivio

0

Scandalo appalti per gli autovelox, disposta la perizia

Priverno

Il collegio penale del Tribunale di Latina ha disposto una perizia ieri nel corso dell’udienza che si sta celebrando per la turbativa d’asta e l’abuso d'ufficio relativo all’inchiesta sugli autovelox a Priverno. Si tratta di uno stralcio di un’indagine che era finita a Cassino e che vede sul banco degli imputati: Salvatore Feola, di Caserta; Luca Reali, di Gaeta; Paolo Bazzoli, di Brescia; Pietro Compagnoni, di Ceccano; e Pietro Loffredi, anche lui di Ceccano, oltre al comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Celli, per abuso e poi l’ex segretaria comunale, Daniela Ventriglia. Il collegio divensivo è composto dagli avvocati Perlini, Oropallo, Napolitano, Cortellessa. Sono accusati di aver manipolato una gara d’appalto per la fornitura di autovelox a Priverno. I fatti contestati risalgono al 2009. Ieri nel corso dell’udienza davanti al pubblico ministero Marco Giancristofaro, è stata disposta una perizia sulle intercettazioni telefoniche e alla fine il processo è stato rinviato al prossimo 11 marzo quando sarà conferito l’incarico al perito.
In base a quanto contestano gli inquirenti e il pm Valerio De Luca, titolare del fascicolo, la gara con cui è stato assegnato l’appalto è stata pilotata e con i vincitori, in un secondo momento, è stato poi firmato un contratto che permetteva di guadagnare più di quanto previsto per legge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400