Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Giuramento del sindaco, emozione in aula

Un momento del Consiglio comunale di ieri sera

0

Giuramento del sindaco, emozione in aula

Priverno

La "prima fascia" di Anna Maria Bilancia

Alle ore 18:23 di mercoledì 22 giugno anche Priverno è entrata nella storia della provincia di Latina. Da quel momento Anna Maria Bilancia, giurando fedeltà alla Costituzione italiana, è diventata il primo sindaco donna del centro collinare lepino.

Nella prima seduta consiliare, è stato eletto il presidente del Consiglio comunale: Roberto Antonini, già presidente nella precedente Giunta Delogu, per il quale hanno votato il sindaco e gli altri 11 consiglieri di maggioranza. Il vicepresidente è toccato alla minoranza, peraltro costituita in tre gruppi. E’ stata eletta Luisella Fanelli, proposta da Ernesto Desideri.

Dopo il giuramento, il neosindaco ha nominato la Giunta municipale, con qualche sorpresa. Vicesindaco, con delega alle Politiche ambientali, al Contenzioso e alle Risorse umane, nominato l’ex sindaco Angelo Delogu. Enrica Onorati è stata nominata assessore alle Attività produttive e Sonia Quattrociocche ha ottenuto la delega alle Politiche socio-culturali. Fin qui, verrebbe da dire, tutto regolare. Ma quando il sindaco ha affidato gli altri due assessorati a personaggi esterni al Consiglio comunale, è arrivata la prima sorpresa. I due esterni sono Domenico Stirpe, con delega al Bilancio, e già scelto da Delogu la sera della sua sfiducia. Il secondo è Mario Ferrari, consigliere non eletto nella lista del sindaco, cui sono andati Lavori pubblici e Urbanistica. La maggioranza avrà come capogruppo Angelo Delogu, mentre i gruppi dell’opposizione saranno guidati da Ernesto Desideri, Umberto Macci e Luisella Fanelli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400