Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

.




Antica Privernum, parla il ministro Franceschini
0

Antica Privernum, parla il ministro Franceschini

Priverno

La risposta a un'interrogazione parlamentare del Movimento Cinque Stelle

L’Area archeologica di Mezzagosto, dove era ubicata la Privernum Romana, lo scorso mese di marzo era finita all’attenzione del ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini.

A sollevarla erano stati sette senatori del Movimento 5 Stelle: Manuela Serra, Daniela Donno, Ornella Bertorotta, Sara Paglini, Mario Michele Giarrusso, Giovanna Mangili e Wilma Veronese. I sette parlamentari del Movimento avevano ripercorso la storia degli ultimi 16 anni dell’Area archeologica: dal 23 settembre del 1999 quando il Consiglio comunale di Priverno approvò il progetto esecutivo dei lavori per la realizzazione del "Parco archeologico Privernum" fino al 26 giugno 2014, quando la Giunta municipale di Priverno ha varato il programma di intervento per l'anno 2015 di funzionamento e di sviluppo dell'Area archeologica.

I senatori pentastellati erano stati interessati da un cittadino privernate, Tommaso De Paolis, che aveva interessato anche la Finanza e che ha reso nota la riposta che il ministro ha inviato agli interroganti.

Bisogna riconoscere che Franceschini è stato tanto breve quanto attento nella risposta: precisato che l’Area archeologica Privernum appartiene al demanio comunale – e già qui si colgono responsabilità ‘locali’ – evidenzia che essa è stata interessata da un lungo periodo di stasi per “motivi di ordine burocratico e amministrativo, riguardante un contenzioso tra l’impresa affidataria e il Comune di Priverno”. Precisato che quel prolungato abbandono ha prodotto un indubbio degrado, il ministro ricorda come l’amministrazione comunale nel 2014 aveva predisposto un piano di ripristino.

Purtroppo, Franceschini non sa come stiano procedendo i lavori a Mezzagosto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400