Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Quattro incendi in poche ore, emergenza senza fine
0

Quattro incendi in poche ore, emergenza senza fine

Priverno

Non c'è pace per le campagne della provincia

Non c’è tregua. Incendi, piccoli o grandi, vengono segnalati praticamente ogni giorno nel comprensorio collinare lepino e ausono. I territori che vanno da Sonnino a Priverno, da Roccasecca dei Volsci a Maenza, da Prossedi a Roccagorga non sono stati risparmiati dalle fiamme che, molto spesso, sono state appiccate dalla mano di ignoti piromani.

I vigili del fuoco, gli agenti del Corpo forestale dello Stato, i volontari della protezione civile dei vari paesi hanno vissuto giornate di allerta. Per non parlare del ricorso ai mezzi aerei della protezione civile regionale. Con successivo intervento per le opere di bonifica del terreno degli uomini e delle donne a terra. Anche la giornata di domenica, a Priverno, non ha conosciuto pause. Focolai di dimensioni più ridotte, rispetto a quelli dei giorni scorsi, si sono registrati in ben quattro punti del territorio comunale del centro collinare lepino. Sempre presente la Protezione civile “Centro Operativo Circe”, coordinata da Massimiliano Di Legge. Domenica – ci ha detto il coordinato del C.o.c. - «abbiamo effettuato quattro interventi: due lungo gli argini del fiume Amaseno, in due punti distinti: il primo alle ore 13 ed il secondo alle ore 19».

Un altro focolaio è stato spento dal Centro Operativo Circe di Priverno in località Pingolozza, mentre per un quarto incendio i volontari del C.o.c. sono dovuti intervenire nella frazione di Mezzagosto, dove sono andate a fuoco diverse balle di fieno in prossimità di un casolare. Inoltre – sottolinea Di Legge – i ragazzi hanno fatto assistenza domenica mattina ai viaggiatori presenti alla stazione di Fossanova, dove fermano i treni diretti a Roma e si attiva il servizio alternativo di bus.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400