Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Priverno: Città d'Arte e...della Pizza
0

Priverno: Città d'Arte e...della Pizza

Prelibatezze

La storia delle due sorelle Nadia e Pina Scalesse, pizzaiole "per caso" e famose in tutta Italia da oltre trent'anni

Tutto è cominciato 31 anni fa. Prima di allora – dichiara Pina Scalesse che, insieme alla sorella Nadia, gestisce la Pizzeria della passeggiata a Priverno – «non avevamo mai creduto di diventare pizzaiole. Assolutamente inesperte di questo mestiere, ci siamo incamminate verso un lavoro che oggi amiamo».

Pina aveva 23 anni e Nadia 28. Ci son voluti tanta fatica e tanto lavoro per arrivare a oggi, quando di questa Pizzeria privernate e di queste due ormai espertissime e inventive pizzaiole si parla non solo a Priverno e in provincia, ma anche nella regione e spesso a livello nazionale. «La nostra vita – continua Pina - si svolge specialmente nella pizzeria, animate da tanta forza, volontà e passione per il nostro lavoro, che ci hanno consentito di andare sempre avanti». Perché parliamo di queste due sorelle, ormai apprezzatissime pizzaiole, sostenute dalle rispettive famiglie? Perché, in qualche modo, rappresentano anch’esse delle eccellenze locali. Donne, artigiane, artiste e imprenditrici di se stesse, che hanno saputo farsi onore in diverse parti d’Italia in concorsi, campionati e manifestazioni legate alla pizza, portando ovunque il nome di Priverno. Nel loro girovagare tra concorsi, campionati e corsi di specializzazione, hanno conosciuto grandi pizzaioli e hanno imparato tanto e tante novità, ogni volta che sono entrate in contatto con esperienze diverse.

E ogni volta hanno ricevuto complimenti ed attestati di stima professionali che «ci hanno incoraggiate a dare di più». Hanno partecipato a gare, coronate dal successo, il più bello dei quali rimane ancora il campionato italiano dei pizzaioli del 2014. Ma, oltre alla bravura e all’inventiva nel creare nuovi tipi di pizza, Pina e Nadia hanno anche molta modestia, tanto che non dimenticano di ringraziare l'Associazione pizzaioli d’Italia e, in particolare, il presidente Sergio Iezzi, tutti i maestri pizzaioli e i colleghi che hanno incontrato e conosciuto e che le hanno spinte ad amare sempre più il loro lavoro. Intanto, c’è un appuntamento importante alle porte: il 26 e 27 settembre Pina e Nadia parteciperanno alla gara dell’eccellenza della pizza a Lamezia Terme. Un grosso in bocca al lupo pare doveroso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400