Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




La figura di San Tommaso: teologia, filosofia e misericordia
0

La figura di San Tommaso: teologia, filosofia e misericordia

Il convegno

A Priverno un novembre di eventi all'insegna della spiritualità e della storia.

Dopo la partenza del pellegrinaggio sulla Via Francigena del Sud, sabato 5 novembre a Fossanova ritorna San Tommaso d'Aquino lungo Cammini della Misericordia, Insegne di pellegrinaggio, I via-andanti Questo il titolo di una serie di eventi promossi dalla Regione Lazio  e organizzati dal Comune di Priverno che si terranno nella ex Infermeria di Fossanova con un calendario denso di appuntamenti.

 

Sabato 5 novembre alle 9,30 si terrà il convegno San Tommaso: Teologia, Filosofia e Misericordia a cura di Don Massimo Del Grosso – Prefetto dello Studio Teologico di Benevento. Ad aprire i lavori la sindaca di Priverno Anna Maria Bilancia alla presenza del vescovo della Diocesi Latina/Terracina/Sezze/Priverno S.E. Mariano Crociata. Subito dopo interverrà il presidente della Compagnia dei Lepini Quirino Briganti che, in qualità di coordinatore della serie di eventi promossi dalla Regione, illustrerà il calendario dei lavori e inaugurerà la mostra La Via della Misericordia nel Lazio, mostra allestita nella sala dell'Infermeria.

 

Alle 15,00 verrà presentato il progetto regionale per la valorizzazione della Via Francigena del Sud e interverranno i sindaci del comprensorio. Alle 16,00 ci si sposterà nella Casa dell'Abate dove lo storico dell'arte del Polo museale del Lazio Paolo Castellani presenterà il Trittico degli Embriachi, pregevole opera in osso realizzato dalla Bottega degli Embriachi, una delle più rinomate in epoca tardo medievale. Questo pezzo di notevole bellezza è in mostra a Fossanova dal 13 ottobre nell'ambito di Depositi in Mostra #5, progetto teso alla valorizzazione di quei beni artistici altrimenti destinati al deposito nei musei maggiori.

 

Anche la musica avrà la sua ribalta con due formazioni privernati: alle 12,30 il Coro Euphònia, diretto dal Maestro Patrizio Bono, eseguirà brani musicali del XVI e XVIII secolo nell'ex refettorio e, alle 16,30, in omaggio a San Tommaso d'Aquino, la chiusura dei lavori verrà salutata con musiche medievali, eseguite nella Sala Capitolare e nella casa dell'abate, dal gruppo Soavi Accenti diretto dal Maestro Antonella Cerino.

 

Ancora suggestioni sabato 12 novembre. Quel giorno, a partire dalle 9,00, si ripercorrerà L'ultimo Cammino di San Tommaso, dalla visita al castello baronale di Maenza, dove il santo soggiornò prima della sua morte, a piedi fino all'abbazia di Fossanova, luogo dove morì il 7 marzo 1274.

 

L'ex infermeria ospiterà alle 15,00 l'intervento del prof. Stefano Pagliaroli, filologo della letteratura medievale umanistica, ricercatore e professore aggiunto presso il Dipartimento di Culture e Civiltà dell'Università degli Studi di Verona. L'attenzione del prof. Pagliaroli sarà tutta per L'ultimo viaggio di un “pellegrino” del duecento. Tommaso d'Aquino e il monastero di Santo Stefano a Fossanova, argomento al quale ha dedicato alcune delle sue più interessanti pubblicazioni.

 

Alle 16 sarà la volta di Sandro Polci, direttore del Festival Europeo della Via Francigena e curatore della mostra La Via della Misericordia nel Lazio – Come le vie di pellegrinaggio possono contribuire a far sviluppare i territori attraversati.

 

Anche questa seconda giornata sarà ornata dalla musica con l'esibizione del Kalenda Maya Chorus del Maestro Maria Violanti che eseguirà musiche dal Medioevo al XX secolo.

 

Durante la settimana dal 5 al 12 novembre, gli alunni delle scuole medie della valle del comprensorio potranno visitare sia la mostra nell'ex Infermeria che il Trittico degli Embriachi nella casa dell'abate. I giovani hanno bisogno di conoscere la storia passata per poter scrivere quella futura.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400