Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Crescono le famiglie a rischio povertà, Parrocchie e associazioni si mobilitano
0

Crescono le famiglie a rischio povertà, Parrocchie e associazioni si mobilitano

Priverno

L'impegno del volontariato per aiutare gli indigenti

Quello che stiamo vivendo è, indubbiamente, un periodo molto difficile. Per tante persone. Disoccupazione giovanile molto alta, pensionati che non riescono ad arrivare alla fine del mese e molte famiglie che riescono ad andare avanti grazie soprattutto alla solidarietà. E proprio nell’ambito della solidarietà si muovono, con la massima discrezione, parrocchie, associazioni e privati cittadini. Purtroppo, Priverno non fa eccezione. Vi sono in paese numerose persone in difficoltà. E non si tratta di soli stranieri, comunitari o meno, ma anche di diversi cittadini del posto.

E per questa situazione, ogni domenica, i sacerdoti, nel corso delle omelie, non esitano a invitare chi è più fortunato a dare una mano a chi sta attraversando un momento particolarmente difficile e, magari, anche con un certo ritegno, va a bussare alla porta della Caritas, delle parrocchie o di associazioni di volontariato. In questo contesto, nella cittadina lepina, si stanno muovendo nella raccolta di beni di prima necessità l’Azione cattolica italiana e la Caritas parrocchiale di San Cristoforo e Vito Martiri e di Sant’Antonio Abate, di cui è parroco don Giovambattista Ficarola.

Domenica scorsa, alla fine delle diverse celebrazioni liturgiche, hanno distribuito ai fedeli un invito, che va sotto il titolo di “Donare è gioia che alimenta la vita - Date voi stessi da mangiare”. “Partecipa anche tu all’iniziativa, aiuta le famiglie in difficoltà - si legge nell’invito - sostenute dal Centro di raccolta Caritas della nostra parrocchia, portando generi alimentari, che destineremo alle famiglie bisognose del nostro paese”. I punti di raccolta saranno situati, ogni seconda domenica del mese, nella Chiesa di Sant’Antonio Abate alle ore 9.30 e nella Chiesa dei Santi Cristoforo e Vito Martiri alle ore 11. L’invito è anche quello di limitarsi nelle donazioni ai prodotti alimentari in scatola e a lunga conservazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400