Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




I ragazzi imitano i "grandi": "Agenda per i Giovani" finisce in minoranza

Marco Valle

0

I ragazzi imitano i "grandi": "Agenda per i Giovani" finisce in minoranza

Priverno

Accordo fra due liste nel Consiglio dei Giovani: la delusione di Marco Valle

Può capitare che anche tra i giovani succeda quel che capita di vedere nella politica dei grandi. Trasversalità o, comunque, accordi ad excludendum. E’ quanto afferma Marco Valle, numero uno nella Lista Agenda per i Giovani, che, nelle elezioni per il rinnovo del CdG ha ottenuto 200 voti su 550 votanti, conquistando sei seggi contro i quattro di Spazio ai giovani (156 voti), i quattro di Liberamente (151 voti) ed uno di Giovani Insieme (49 voti).

Essendo 15 i consiglieri, la maggioranza è otto. Ebbene, afferma Valle, è successo che la seconda e la terza lista hanno trovato un accordo “ribaltando la situazione e dividendosi le poltrone di presidente, vicepresidente e segretario”. Marco Valle non nega che la proposta di fare un accordo a tre, con presidenza annuale per tutti, sia stata proposta anche a loro, ma – sottolinea – ci sono state delle elezioni, ha vinto Agenda per i Giovani, quindi spettava “ a noi la presidenza, con il sostegno di più parti politiche, visto che non abbiamo raggiunto la maggioranza in Consiglio. Ma così non è stato”. “Liberamente e Spazio ai Giovani, ottenendo rispettivamente 4 seggi ciascuno, hanno creato una nuova maggioranza, raggiungendo il numero di 8 consiglieri, che governerà il Consiglio dei Giovani nei prossimi 3 anni. Una maggioranza alla quale noi non abbiamo voluto partecipare perché, cosi facendo, si è cercato di insabbiare il vincitore delle elezioni 2016: Agenda per i Giovani”. Per la cronaca presidente è stato eletto Armando Sciscione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400