Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Imu, il Comune approva il maxi sconto per le cave
0

Imu, il Comune approva il maxi sconto per le cave

Priverno

L'aliquota per gli estrattori passa dal 15% al metro quadrato al 4%, la critica dell'opposizione

Nell'ultima seduta del Consiglio comunale di Priverno si è discusso anche sulle aliquote Imu destinate alle attività estrattive.

Stando a quel che ha dichiarato ieri, in una nota, il consigliere di opposizione Antonio Di Giorgio, di Agenda per Priverno, «è stata approvata una delibera con la quale si è passati da 15 euro per metro quadrato a 4 euro al metro quadrato per i terreni soggetti a attività estrattive».

Per spiegare l’accaduto, Di Giorgio parte da lontano: «Nel 2014 con la delibera 19, si era passati da 2 euro per metro quadrato a 15 euro. Il sindaco all’epoca era Angelo Delogu e l’attuale sindaco Anna Maria Bilancia era assessore alle Attività estrattive». In sostanza, secondo il consigliere di Agenda per Priverno, «oggi il sindaco contraddice se stessa e riabbassa drasticamente la tassazione, mentre Delogu era assente». Nella delibera del 2014 - racconta ancora Di Giorgio - «si giustifica l’aumento spropositato delle tasse ai cavatori per fare cassa e per chiudere il bilancio. Risultato? I cavatori non hanno pagato nel 2014, 2015 e 2016, ma il bilancio è stato chiuso lo stesso».

Perché i cavatori avrebbero deciso di non pagare? «Perché un aumento del 650% delle tasse (da 2 euro a 15 euro al metro quadrato) non lo pagherebbe nessuno. Quindi aumentare le tasse esageratamente comporta solo danni sia per il privato che per l’ente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400