Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Carambola all’incrocio di Ceriara,  un ferito grave
0

Carambola all’incrocio di Ceriara,
un ferito grave

Priverno

Le strade del comprensorio collinare lepino ancora all’attenzione della cronaca. L’ennesimo incidente stradale si è verificato nella tarda serata di sabato sulla vecchia statale 156 dei Monti Lepini, nella frazione privernate di Ceriara. E, specificatamente, all’incrocio, dotato di impianto semaforico, davanti la chiesa della Madonna di Pompei, dove la 156 viene intersecata, da una parte, da Via Alcide De Gasperi e, dall’altra, dalla provinciale Madonna delle Grazie. Nel sinistro, verificatosi poco prima delle ore 21, sono rimaste coinvolte tre automobili. Dai primi rilievi, sembrerebbe che a causare la collisione tra i tre mezzi sia stata una Mercedes con targa italiana, guidata da un cittadino di origini rumene, regolarmente assicurata. 

La Mercedes, giunta all’incrocio, non avrebbe rispettato il gioco delle precedenze, andando a sbattere contro un’utilitaria, una Daewoo Matiz. A seguito dello scontro, l’utilitaria andava, a sua volta, a sbattere contro una Volkswagen Golf. Insomma, una sorta di carambola a tre, nella quale era proprio l’utilitaria a riportare i danni maggiori. A vedere la dinamica del sinistro, ancora da verificare e ricostruire nel dettaglio, da parte dei carabinieri di Priverno, intervenuti per competenza territoriale, si capisce la paura dei protagonisti.

Intervenuti sul posto
sabato alle 21 circa
i carabinieri della stazione locale, il 118
e i Vigili del Fuoco.

Oltre ai Carabinieri sul posto è giunta un’ambulanza del 118 di stanza al castello di San Martino e una squadra dei Vigili del Fuoco di Latina. Sono stati proprio gli uomini del 115 a procedere all’apertura dello sportello, lato guidatore, della Daewoo Matiz, rimasto bloccato a tal punto da non permettere al conducente dell’utilitaria di uscire, visto che il lato destro era addossato alla Wolkswagen. A rimanere seriamente ferito è stato proprio il conducente dell’utilitaria, un uomo di Priverno (solo qualche graffio per le altre persone coinvolte), tanto che per lui si è reso necessario il trasporto all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina in codice rosso.

Trattenuto in osservazione, durante la notte si sarebbe aggravato a seguito della rottura della vena aortica di una gamba. I rilievi, come detto, sono stati eseguiti dai carabinieri di Priverno del maresciallo Andrea Rossi, coordinati dalla compagnia di Terracina del capitano Margherita Anzini, che sono rimasti sul luogo del sinistro fin quasi alle ore 22.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400