Aveva sbancato circa mille metri quadrati di duna estirpando la vegetazione per realizzare un'area parzialmente adibita a parcheggio. Poi aveva realizzato anche un manufatto ad uso abitativo di circa 36 metri quadrati, anche in questo caso senza alcun titolo e in violazione dei vincoli esistenti nella zona. A scoprirlo sono stati gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Sabaudia, che, comandati dall'ispettore superiore Alessandro Rossi, stavano effettuando dei controlli in barca sul lago di Paola. L'area oggetto degli interventi è stata sottoposta a sequestro, mentre la proprietaria è stata denunciata.