Il commissario prefettizio Antonio Quarto dal giorno del suo insediamento a Sabaudia si è subito messo al lavoro per risolvere alcune problematiche e per pianificare l’immediato futuro, ossia la stagione turistica. In quest’ottica nella giornata di ieri si è tenuto un incontro indetto dalla capitaneria di porto del comandante Salvatore Cavaliere, al quale hanno preso parte anche la comandante della polizia locale Mariella Di Prospero, alcuni rappresentanti dell’Ente Parco e dell’ufficio Demanio del Comune, nonché una nutrita delegazione degli operatori balneari. Diversi i temi che sono stati affrontati nel corso del vertice, tra cui la grana, ad oggi non ancora risolta in modo soddisfacente, degli accessi al mare per le persone disabili. È questa una delle priorità del commissario prefettizio Antonio Quarto, che ora valuterà tutte le proposte attuabili con gli uffici competenti e gli enti preposti. Non si tratta però di una questione semplice, anche in considerazione della particolare conformazione del lungomare di Sabaudia. Oltre a ciò, è stata affrontata anche la questione della sicurezza in spiaggia, con le attività svolte lo scorso anno dalla capitaneria di porto e dalla polizia locale, in sinergia con gli operatori balneari, che hanno consentito di raggiungere ottimi risultati. Gli imprenditori del settore hanno chiesto però di affrontare anche un’altra problematica, cioè quella dell’uscita di acqua di lago in mare durante le ore diurne e in piena stagione estiva. Non inquinamento, è bene precisarlo, ma un episodio dal forte impatto visivo a causa delle chiazze di colore scuro che vengono a formarsi in prossimità dei canali che mettono in contatto il lago di Paola con il lungomare. Anche su questo aspetto il commissario cercherà di trovare soluzioni, con un incontro pianificato per la prossima settimana.