Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Avvocati non pagati, debito milionario
0

Variante di Molella ferma, scoperto l'inghippo

Sabaudia

La variante speciale per i nuclei di Molella e Mezzomonte è ferma ormai da anni in Regione Lazio, in attesa che venga definita la procedura per la valutazione ambientale strategica (Vas).
Una situazione che sta creando non pochi disagi ai residenti delle due frazioni di Sabaudia, i quali, insieme al Comitato di Frazione presieduto da Antonio Savioli, hanno cercato delle risposte concrete interrogando gli enti competenti.
Così si è scoperto che l’inghippo sta nel fatto che il Comune di Sabaudia non ha provveduto a ottemperare a una serie di adempimenti delle attività concordate durante la prima conferenza di valutazione, che risale all’oramai lontano 25 novembre 2013.
È lo stesso dirigente dell’Area Urbanistica della Pisana a metterlo nero su bianco in una nota inviata all’assessore regionale Michele Civita, recapitata anche al Comitato di Frazione per Molella, Mezzomonte e Palazzo.
«In risposta alla vostra nota del 25 febbraio, in cui si sollecita l’iter di approvazione delle varianti speciali Molella-Mezzomonte, - si legge nella nota inviata da Michele Civita al Comitato di Frazione – vi informo che attualmente la procedura di Vas è sospesa in attesa che il Comune presenti la documentazione richiesta (…). I nostri uffici restano comunque in attesa che l’amministrazione comunale risponda alle reiterate richieste dell’autorità competente per poter portare a termine la procedura».
Alla luce di questo documento, nella giornata di ieri il portavoce del Comitato di Frazione ha inviato una nuova missiva alla Procura della Repubblica di Latina e a quella della Corte dei Conti per verificare se vi siano eventuali omissioni punibili da legge.
In considerazione di quanto scritto dalla Regione Lazio, dal Comitato anticipano che qualora vengano ravvisati eventuali reati, di natura penale o contabile che siano, saranno pronti a costituirsi parte civile per tutelare l’interesse dei residenti delle frazioni (Molella e Mezzomonte) interessate dalle due varianti speciali rimaste nel limbo ormai da anni, in attesa della valutazione ambientale strategica che non è mai stata portata a termine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400