Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Atto intimidatorio per Marco Omizzolo, autore di mille battaglie contro il caporalato
0

Intimidazione a Omizzolo, "Possibile" chiede un intervento di Mattarella

Sabaudia

L’intimidazione che ignoti hanno commesso nei giorni scorsi ai danni di Marco Omizzolo, presidente di In Migrazione e da anni attivo per la tutela dei braccianti e nella lotta al caporalato, fortunatamente non è passata inosservata alle istituzioni. Diversi i messaggi di solidarietà arrivati al sociologo, tra cui quelli dei parlamentari Khalid Chaouki e Giuseppe Civati. Il primo su Twitter: «Solidarietà a Marco Omizzolo, le tue idee volano alte, molto più in alto di queste becere minacce». Il secondo, sempre sui social: «Solidarietà da parte mia, di @PossibileIt e di tutti quelli che ti seguono, caro Marco». E proprio da Possibile arriva un altro intervento, con l’esortazione al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a a incontrare con Omizzolo «i tanti che da tempo si ritrovano al fronte di questa battaglia», recandosi in visita «in questi campi che sono troppo spesso bolle di inciviltà». «Il caporalato - scrivono sul sito di Possibile - è un delitto odioso perché svilisce la dignità umana fingendosi un'occasione di lavoro e perché procura ingenti guadagni ricamando sulle fragilità di persone, infilandosi fra le fragilità di chi non ha i documenti in ordine e facendo leva sulla fame».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400