La stagione estiva è ormai conclusa da un pezzo, ma le vicende giudiziarie che riguardano gli arenili del Comune di Sabaudia proseguono. In particolar modo va avanti il ricorso promosso da una società che gestiva uno dei tratti di spiaggia della città delle dune e che è stata esclusa dalla gara d'appalto indetta dall'ente per l’anno in corso. La stessa società ha impugnato l'ordinanza del Tar con la quale era stata respinta l'istanza cautelare.

Secondo i giudici amministrativi, la domanda sarebbe stata priva di fondatezza anche per il fatto che i bilanci presentati dalla ricorrente per gli anni 2012, 2013 e 2014 presentavano «cospicue perdite in ciascuno degli esercizi, tali da giustificare la decadenza della stessa dall'aggiudicazione provvisoria della gara». La società ha deciso di portare avanti la propria battaglia legale e ha promosso appello innanzi al Consiglio di Stato chiedendo l’annullamento o la riforma dell’ordinanza del Tar. Il Comune di Sabaudia nei giorni scorsi si è costituito in giudizio, affidando l’incarico all’avvocato De Tilla.