Ormai la vendita delle pigne rubate rappresenta un vero e proprio business e, nonostante la stagione del raccolto sia solamente agli inizi, nel Parco nazionale del Circeo la razzia del legname è già iniziata. Per questo motivo gli agenti del Corpo Forestale dello Stato della sezione di Sabaudia, comandati dall’ispettore superiore Alessandro Rossi, hanno intensificato i controlli su tutta l’area protetta, arrivando, nei giorni scorsi, a denunciare tre persone. Tuttavia, considerata l’estensione del Parco nazionale del Circeo e soprattutto la modalità d’azione con cui vengono rubate le pigne, non è cosa semplice individuare i responsabili.

A febbraio erano stati
recuperati circa 20 quintali provento di furto.