Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Quarantenne romano muore durante un pranzo con gli amici

Ambulanza del 118

0

Precipita dal capannone e muore

Sezze

Un 43enne stava riparando il tetto di un manufatto quando una lastra di eternit ha ceduto facendolo scivolare

Era salito sul tetto del suo capannone, ma la struttura ha ceduto, facendogli fare un volo di oltre 6 metri. Qualche ora dopo, per le ferite riportate, è morto all'ospedale Gemelli di Roma. La vittima, F.D.R., un 43enne setino, nel pomeriggio si trovava in casa sua su via degli Archi, a Sezze scalo. Insieme al padre aveva deciso di occuparsi delle infiltrazioni d'acqua all'interno del suo capannone. Ma una volta sul tetto la struttura in eternit è crollata trascinandolo verso il basso. Un volo terribile sotto gli occhi del genitore, attonito. Immediata è scattata la richiesta di soccorsi e sul posto si sono recati Carabinieri, Polizia Locale di Sezze e personale del 118. L'uomo è stato elitrasportato al Gemelli di Roma dove, a causa delle ferite riportate, è spirato qualche ora dopo. Lascia la moglie e due bambini di 7 e 10 anni.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (7 febbraio 2015)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400