Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Scatta l’allarme furti  Cittadini in protesta
0

Scatta l’allarme furti
Cittadini in protesta

Sezze

Nel periodo storico di massima diffusione dell’utilizzo di social network, uno di questi, il più famoso di tutti, Facebook, serve anche a lanciare un allarme di natura sociale. L’allerta riguarda i furti o i tentativi di furto ed è stata lanciata dal gruppo “Sei di Sezze se…”, che vanta oltre 5.000 iscritti enel quale,oltre a ricordare la bellezza della città di un tempo e a valorizzare le eccellenze locali, di tanto in tanto si utilizza il mezzo e la sua enorme diffusione per notizie di attualità e, molto più spesso di quanto si creda,anche di cronaca. 

Ed è così che ieri tra i vari post di molti utenti ne è apparso uno che mette in guardia sulla possibilità di subire un furto. A postarlo sul gruppo un giovane setino, fratello della titolare di un negozio in viale dei Cappuccini a Sezze. Nel messaggio si leggeva: «E’ successo a mia sorella stasera che una romena con denti dorati è entrata nel suo negozio, le ha fatto tirare fuori tanti oggetti con la scusa di grandi spese e quando c’era il caos alla prima distrazione le ha rubato il telefono.

Ieri –è continuato il post apparso sul gruppo Facebook – è successo a due di Sezze scalo, entrambe con lo stesso metodo. Spargete la voce – l’esortazione dell’utente del popolare social network – a chi ha negozi o simili. Magari non punta al telefono ma vi minaccia e vi ruba soldi o altro». Tantissimi i commenti al post, con alcuni che si sfogano per mancati controlli, altri che inveiscono nei confronti della potenziale malvivente, ma anche molti che registrano casi simili, o quanto meno analoghi, capitati a loro o a loro conoscenti. Proprio dal passaparola i dettagli si sono aggiunti alla notizia. 

E qualche ora più tardi sempre lo stesso utente, raccolte diverse fonti, ha affermato: «A quanto pare è mora, capelli lunghi, alta più o meno 175 cm e leggermente in carne. Ha denti dorati –continuava la descrizione della donna – e mi è stato detto che nello specifico è zingara e che ci sono più probabilità che viva a Sezze scalo che a Sezze. Chi ha novità si faccia avanti». Anche in questo caso tantissimi commenti e una valanga di Mi Piace. Con le denunce effettuate e con una descrizione molto dettagliata della donna c’è davvero la possibilità che venga fermata e che non possa più utilizzare questo subdolo trucchetto per arricchirsi ai danni dei commercianti. 

Intanto 5.243 persone (i membri del gruppo Facebook) sanno di cosa si tratti e nei prossimi giorni presteranno maggiore attenzione ad un soggetto simile all’interno di attività commerciali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400