Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Alcuni rifiuti gettati in strada a Sezze
0

Discariche abusive a cielo aperto
Si ricomincia da capo

Sezze

Se la raccolta differenziata è un modo per responsabilizzare il cittadino nei confronti dell’ambiente e del sano smaltimento di rifiuti potenzialmente inquinanti, il rovescio della medaglia è che rivela quanto alcuni siano totalmente irrispettosi del vivere civile. Ed è così che a Sezze vengono fuori discariche abusive in molte zone del paese, soprattutto nelle aree in cui il servizio di raccolta differenziata non è previsto, oltre a zone di confine con altri paesi dei Lepini.

Nei giorni scorsi la Guardia Nazionale Ambientale ha scoperto una grande discarica su via Foresta II tratto. Centinaia e centinaia di buste, sacchetti e anche rifiuti ingombranti ben nascosti tra la vegetazione, che ormai si fa fatica a scorgere tra i cumuli di immondizia. Quella di via Foresta, però, è solo la punta di un iceberg di discariche che sorgono sul territorio, da via Melogrosso, passando per via Bassiano e via Sorana. 

Dell’argomento ha parlato anche Gianluca Calvano, delegato alla Sicurezza del Comune di Sezze: “Sono aumentati gli abbandoni di rifiuti e la Guardia Nazionale Ambientale ha fatto un censimento delle zone più colpite. Foresta ormai è un immondezzaio a cielo aperto. La cosa che preoccupa di più è l'abbandono di rifiuti urbani, mentre prima erano solo quelli ingombranti e speciali .

Da un controllo effettuato dalla stessa Guardia Nazionale Ambientale – prosegue Calvano – parecchi cittadini di Bassiano usufruirebbero dei cassonetti di Sezze su via Bassiano e via Melogrosso, i residenti di Borgo Faiti quelli sulla statale dei Monti Lepini, i cittadini di Sermoneta invece utilizzerebbero i cassonetti di via degli Archi e via Sicilia.

Per non parlare –conclude Gianluca Calvano – dei nostri concittadini che ogni domenica caricano le macchine di sacchi di immondizia e girano il paese per trovare il primo secchione libero”. Una situazione ormai fuori controllo e viene da chiedersi che fine abbia fatto il progetto “Ispettore ambientale e ausiliari del traffico” dove il Comune ha speso soldi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400