Non sono servite le dichiarazioni a chiare lettere da parte della società nella conferenza stampa di qualche giorno fa a fermare la voglia di Latina della misteriosa cordata romana che sarebbe interessata all’acquisto del club nerazzurro. Il presidente Maietta e il vice Antonio Aprile erano stati esaustivi: «Rimarremo noi alle redini della società perché l’unica offerta che ci è pervenuta non è nemmeno da prendere in considerazione». Eppure giovedì, dalle parti di Piazzale Prampolini, sono stati registrati strani movimenti. A quanto è dato sapere, infatti, il commercialista di Anzio, Ugo Nuzzi, portavoce del gruppo imprenditoriale della capitale che si era avvicinato al Latina già qualche settimana fa, avrebbe fatto di nuovo visita alla società per portare quella che probabilmente sarà l’ultima offerta da mettere sul piatto. E ieri, Antonio Aprile, in un'intervista esclusiva rilasciata a Latina Oggi in edicola ora, ha confermato il tutto in un passaggio: «Sì, è vero, ma noi, così come ufficializzato nella conferenza stampa di lunedì scorso, abbiamo deciso di andare avanti così. Del resto, abbiamo già scelto l’allenatore, non mi sembra che ci siano i presupposti per un dietrofront. Poi, per carità, siamo pronti a qualsiasi tipo di dialogo, purchè sia costruttivo, ma al momento la situazione è questa e, a noi, va bene così».